Analisi del Bitcoin: interessante movimento sul grafico dopo le cattive notizie sull’inflazione

Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2022

Quando ieri sono stati resi noti i dati sull’inflazione negli Stati Uniti, il prezzo del bitcoin è sceso di circa il 5% in pochi secondi. In gran parte questo è avvenuto perché l’inflazione si è rivelata molto più alta del previsto. I colpi di scena inaspettati di solito hanno un impatto significativo sul prezzo e ieri ne è stato un chiaro esempio.

Short squeeze

Tuttavia, come puoi vedere nel grafico sottostante, non ci è voluto molto perché il prezzo si riprendesse dal movimento al ribasso nelle ore successive. Con le cattive notizie sull’inflazione elevata negli Stati Uniti, non ci si aspetterebbe che il prezzo si riprenda in poche ore. È quindi molto probabile che si tratti di uno short squeeze. In breve, questo significa che si sta verificando un effetto a palla di neve sugli stoploss dei trader che sono andati short.

Prima di tutto: cosa significa andare short? È bene sapere che non solo è possibile acquistare e vendere bitcoin direttamente. Come nel mercato azionario, è possibile anche speculare sul prezzo. Ad esempio, puoi scommettere su un aumento del prezzo, nel qual caso prendi una posizione lunga. Ma puoi anche scommettere su una diminuzione del prezzo, in questo caso si parla di posizione corta. Quando i trader chiudono una posizione corta, la maggior parte di loro inserisce anche uno stoploss. Si tratta di un livello al quale sono convinti che quando il prezzo salirà al di sopra di questo livello, sarà opportuno chiudere la posizione per limitare al minimo le perdite.

Il livello a cui i trader collocano lo stoploss viene ovviamente determinato attraverso l’analisi tecnica. Tuttavia, quando molti trader effettuano la stessa analisi e posizionano uno stoploss sullo stesso livello, potrebbe verificarsi un effetto domino quando il prezzo sta per raggiungere questo livello. Questo perché molte posizioni short verranno chiuse nello stesso momento. Per questo motivo il prezzo si muoverà verso l’alto e si attiveranno ancora più stoploss. Questo a sua volta causerà altri rialzi e la chiusura di altre posizioni short. Questo effetto domino è chiamato anche short squeeze. (Puoi trovare una spiegazione dettagliata dello short squeeze qui)

Canale ascendente

Ora è il momento di espandere un po’ di più l’intervallo di tempo e passare dal grafico a 5 minuti a quello a 4 ore. Il Bitcoin si muove lateralmente tra il riquadro rosso e quello verde da circa un mese. Il riquadro rosso mostra ancora una resistenza significativa e anche il riquadro verde (il supporto) è ancora intatto. Questo andamento laterale viene definito “tempo di decisione”. C’è una buona probabilità che il prezzo decida in quale direzione andare in breve tempo.

La possibilità di assistere a un ulteriore movimento al ribasso è forte. Vediamo che il prezzo si sta muovendo in un canale ascendente e questa non è la prima volta che accade quest’anno. Le due volte precedenti in cui un canale ascendente è stato visibile sul grafico, abbiamo visto il supporto fallire non molto tempo dopo e sono apparse altre candele rosse. Se questo è il caso, possiamo aspettarci un piccolo supporto intorno ai 16.000 dollari. (16.000 euro) Ma un vero e proprio supporto forte è ancora molto più in basso, ovvero intorno ai 13.900 dollari. (13.900 euro).

error: Alert: Content is protected !!