ApeCoin sceglie di rimanere su Ethereum

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2022

Il DAO di ApeCoin ha presentato una proposta per rimanere su Ethereum. Questa proposta ha ricevuto un grande sostegno da parte della comunità. Questa proposta è una reazione all’idea di Yuga Labs di migrare ApeCoin su un’altra blockchain o addirittura di avviare una propria blockchain.

Una DAO è un’organizzazione decentralizzata in cui tutti possono contribuire, purché abbiano le giuste competenze. I membri di una DAO lavorano in tutto il mondo e vengono pagati in criptovaluta in base al loro contributo.

Abbandonare Ethereum sarebbe catastrofico

La proposta è stata presentata da ASEC, membro del DAO di ApeCoin, il 1° maggio, in cui si afferma che la migrazione a un’altra blockchain è un’impresa costosa, rischiosa e complessa con molte parti in movimento che, se non viene considerata attentamente, potrebbe portare a perdite catastrofiche. Nel peggiore dei casi, il creatore Yuga Labs si sta tirando fuori da ApeCoin.

Commissioni di transazione troppo alte su Ethereum

Yuga Labs, l’azienda dietro la popolare raccolta Bored Ape Yacht Club NFT e il progetto Otherside Metaverse, ha suggerito il 1° maggio (vedi il tweet qui sopra) che ApeCoin dovrebbe migrare alla propria blockchain. Questo in risposta ai prezzi troppo alti di Ethereum quando hanno messo in vendita pezzi del loro metaverso Otherside. L’azienda ha raccolto 310 milioni di dollari dalla vendita, ma gli acquirenti hanno pagato collettivamente più di 177 milioni di dollari in commissioni di transazione. Alla fine, questo ha portato anche alla temporanea inutilizzabilità della rete di Ethereum (leggi: troppo costosa) per gli altri utenti.

Ogni volta che un utente effettua una transazione, deve indicare l’importo della commissione di transazione (gas) che è disposto a pagare. Una transazione può essere l’invio di ETH, ma anche una mutazione in uno smart contract. Il prezzo del gas determina solo quanto un utente è disposto a pagare per unità di gas, non quanto gas è necessario per effettuare una transazione. Lo smart contract di Otherside non era adeguatamente preparato per questo, il che ha comportato costi di transazione ancora più elevati.

Yuga Labs ha rimborsato di tasca propria molte delle spese di transazione ma, come puoi immaginare, non ne è stata felice.

Valanga in soccorso

L’insoddisfazione di Ethereum è stata subito notata da altri progetti blockchain. Avalanche, ad esempio, si è offerta di migrare ApeCoin in una sottorete della propria blockchain. Questo dovrebbe garantire una maggiore velocità delle transazioni, minori costi di transazione e, secondo la stessa Avalanche, una migliore esperienza utente, che a sua volta dovrebbe portare a un prezzo più alto per APE. Emin Gün Sirer, fondatore di Avalanche Labs:

Tuttavia, la comunità di ApeCoin non sembra interessata. La proposta di rimanere su Ethereum ha attualmente il 99,65% dei voti a favore e lo 0,35% dei voti contrari.

Migrare sul secondo livello

La proposta propone specificamente di utilizzare un livello 2 di Ethereum come soluzione ai costi di transazione. Si preferisce utilizzare un secondo livello su Ethereum piuttosto che migrare verso un’altra blockchain. L’argomentazione si riduce al fatto che sarebbe dannoso per la liquidità disponibile, la sicurezza e l’effetto rete. Si fa riferimento a Optimistic Rollups (come Optimism e Arbitrum) o ZK-Rollups (come Starknet o zkSync) come nuove idee potenziali per mantenere ApeCoin su Ethereum.

Uno di questi cosiddetti progetti a due livelli su Ethereum è Immutable X. Il 25 maggio ha presentato una proposta all’ApeCoin Governance Forum per portare il progetto al suo interno. Immutable X è specializzato nella scalatura di NFT e sembra avere anche una buona liquidità. Diversi giochi blockchain basati su NFT sono già in esecuzione su Immutable X, basti pensare a EmberSword, Gods Unchained e Illuvium. La proposta è stata accolta con entusiasmo dalla comunità sul forum di ApeCoin.

Un’altra possibilità è quella di attendere il prossimo aggiornamento di Ethereum, Ethereum 2.0. In questo modo i costi delle transazioni dovrebbero diminuire drasticamente.

Author

error: Alert: Content is protected !!