Ecco cosa dice il Presidente della Repubblica Centrafricana sull’adozione del bitcoin

Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2022

La Repubblica Centrafricana (RCA) è stato il secondo paese al mondo ad adottare il bitcoin come moneta legale. Il paese ha così seguito le orme di El Salvador. È passato un mese e mezzo e un grande crollo da quando il paese ha riconosciuto il bitcoin, come stanno le cose ora?

Il bitcoin era una buona opzione?

Da quando la RCA ha accettato il bitcoin, sono successe molte cose al suo prezzo. Il Bitcoin ha fatto un calo dopo l’altro e ora si aggira intorno ai 21.000 dollari. Si potrebbe pensare che questo sia il motivo per cui il paese si è pentito della tempistica del riconoscimento.

L’economista Yann Daworo ha dichiarato in un’intervista alla BBC Afrique che la vita dei residenti sarebbe migliorata grazie a questo riconoscimento. Il Bitcoin può essere convertito in qualsiasi valuta nazionale e, inoltre, molti africani – come Daworo – non sono fan dell’attuale moneta: il franco CFA.

Secondo Daworo, è proprio questa moneta a non giovare all’Africa. Sempre più paesi africani stanno votando per l’abolizione di questa moneta, come riporta la BBC. Secondo molti, il franco CFA è una reliquia dell’epoca coloniale. Permette ancora alla Francia di esercitare un controllo economico. Per lui il bitcoin è una soluzione a questo problema.

Che ne pensi?

Il Bitcoin ha subito un duro colpo, ovviamente, ma il presidente del paese, Faustin-Archange Touadéra, vede ancora le cose sotto una luce positiva e pensa che la conoscenza possa aiutare. “Capire il bitcoin è fondamentale per riconoscere il suo potere dirompente di portare prosperità a lungo termine”, ha dichiarato in un tweet.

“La matematica non tiene conto delle emozioni umane. Le generazioni future guarderanno a questi momenti per vedere la nostra forza e la nostra unità nello scegliere la strada giusta in tempi difficili #BTC”.

Pochi abitanti hanno internet

È importante notare che non tutti sono stati contenti della decisione di riconoscere il bitcoin. Il giornalista Clement di Roma vive a Bangui (la capitale della Repubblica Centrafricana) e ci ha detto che solo il 10% della popolazione utilizza internet. Si aspetta quindi che il franco CFA, odiato da molti, non subisca ancora la concorrenza diretta del bitcoin.

Tuttavia, secondo il Presidente, esiste una soluzione a questo problema. Ha promesso che entro la fine del prossimo anno verrà costruita una rete in fibra ottica. In questo modo tutti avranno accesso a Internet. La BBC riporta che la Repubblica Centrafricana ha già raggiunto un accordo con il Camerun per condividere la rete in fibra ottica entro il 2023.

Perché accettare il bitcoin ora?

Il motivo per cui il bitcoin è stato accettato è principalmente perché il governo pensa che possa creare nuove opportunità e portare un nuovo sviluppo economico. Inoltre, il paese sta vivendo una guerra civile che durerà fino al 2019, il che rende più difficile il commercio con il franco CFA. Il Bitcoin può rendere le cose più semplici.

Ma se lo farà davvero è difficile dirlo. Il presidente può gridare quanto vuole – anche che costruirà internet – ma resta il fatto che il 90% della popolazione non ha accesso a internet. Di conseguenza, non possiamo ascoltare tutte le versioni della storia.

Author

  • Steven Gray is a journalist with a heart for crypto. He filters the wide range of news and ensures that it reaches the public in a comprehensible way. He often does this with the support of technical analysis.

error: Alert: Content is protected !!