Ethereum in rialzo del 10% ma i futures ai minimi storici verso The Merge

Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2022

Il prezzo di Ethereum è salito del 10% nelle ultime 24 ore, portando il prezzo dell’etere a 1811 euro. Tra poco più di un mese ci sarà la fusione, e i mercati dei futures sembrano essere coperti.

Ethereum sale dell’80%

Il 2 luglio il prezzo dell’Ethereum ha raggiunto il punto più basso dell’anno. Non è stato possibile sbarazzarsi del proprio ether e questo è un bene. Quel giorno, l’ether veniva scambiato a poco più di 1000 euro.

Nel frattempo, il prezzo è aumentato dell’80% e al momento in cui scriviamo il valore è di 1811 euro.

Gli economisti dicono che i mercati e i grafici non mentono. Il mercato si sta preparando alla fusione del 19 settembre. Cosa sia questa fusione lo spiegheremo più avanti in questo articolo. Il grafico dei prezzi qui sopra rappresenta il mercato spot, ovvero il prezzo normale.

Scommettere su un prezzo più basso di Ethereum

Oltre a questo, esiste anche il mercato dei futures, un mercato in cui i trader acquistano contratti per scommettere su un rialzo (long) o un ribasso (short). I dati mostrano che il mercato dei futures è sceso ai minimi storici. Secondo Arcane Research, si tratta di una nuova strategia di trading in cui i big si aspettano che il prezzo di Ethereum sul mercato spot scenda fortemente dopo la fusione.

L’importo da pagare per un contratto corto o lungo si chiama premio. Tra l’altro, questi tipi di contratti non sono solo per il gioco d’azzardo, ma servono anche come copertura. Come assicurazione contro i movimenti violenti del mercato.

Ad esempio, puoi acquistare un ether per sperare in un aumento del prezzo e allo stesso tempo puoi stipulare un contratto short nel caso in cui il prezzo scenda.

Sconto sui futures Ethereum premium

I futures di Ethereum sono sempre scambiati con un piccolo premio rispetto ai prezzi a pronti. Di solito questo non è un problema e vale anche per le altre criptovalute. Ma cosa succede se la differenza sfugge di mano?

I dati della scorsa settimana mostrano che il premio sui futures di Ethereum sta aumentando rispetto ai prezzi a pronti. La situazione è iniziata su Binance, la borsa delle criptovalute, dove lunedì i futures erano scambiati con uno sconto del 5%. Nel corso di questa settimana, abbiamo visto questo andamento anche su altre borse.

Non è la prima volta che i futures vengono scambiati con uno sconto, ma è il più basso in assoluto.

I minatori entrano in resistenza

Cosa succede? Il 19 settembre verrà effettuata la fusione. Ciò significa che Ethereum smetterà di fare mining e passerà a un altro metodo per raggiungere il consenso. Questo garantirà una rete più veloce e un consumo energetico inferiore del 99,99%.

Una gioia per tutti, si potrebbe dire, ma non per i minatori. Il loro modello di business sta crollando. Ecco perché alcuni minatori stanno minacciando di effettuare un hard fork per poter continuare a estrarre etere. È probabile che nessuno considererà questi nuovi “eteri” come veri e propri eteri, ma per il momento almeno i minatori possono guadagnare velocemente con essi.

Il fondo Galois Capital vuole approfittare della fusione e di un potenziale hard fork, e sta utilizzando una strategia neutrale al delta, detenendo futures a pronti e futures corti di uguale entità. Da quando l’hanno annunciata, è emerso lo sconto sui futures di ETH.

Preso in prestito dall’hard fork di bitcoin cash

Supponiamo che dopo The Merge venga eseguito un hard fork, allora ci saranno essenzialmente due blockchain, ognuna con la propria valuta. Galois Capital scommette che la nuova valuta dell’hard fork prenderà parte del valore dell’attuale prezzo dell’etere.

Non è la prima volta che i trader giocano in questo modo. Nell’agosto 2017, il Bitcoin ha subito un hard fork, da cui è nato Bitcoin Cash. All’epoca, il premio sui futures del bitcoin era a sua volta scontato del 9%.

error: Alert: Content is protected !!