Gli ETF australiani su Bitcoin ed Ethereum non sono popolari

Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2022

In Australia, il mese scorso sono stati lanciati contemporaneamente non uno, ma ben tre ETF di criptovalute. Sfortunatamente, il successo di questi non è stato immediato. Bloomberg riporta che tutti e tre gli ETF hanno visto crollare i volumi di scambio da quando sono diventati negoziabili.

Troppo poco entusiasmo

Negli Stati Uniti, gli investitori farebbero i salti di gioia se venisse finalmente lanciato un Etf di criptovalute, ma questi vengono rifiutati più volte dalla SEC statunitense. In Australia ci sono riusciti, ma non c’è abbastanza entusiasmo. Il volume degli scambi è diminuito dopo il lancio.

Come si può vedere nel grafico qui sopra, il volume degli scambi – dal lancio del 12 maggio – è diminuito notevolmente. Si tratta dei seguenti tre ETF, di cui due a pronti e due a termine:

  • Un ETF bitcoin spot di 21Shares
  • Un ETF spot su Ethereum di 21Shares
  • Un ETF futures sul bitcoin di Cosmos Asset Management

Lancio basso nel 2022

Come abbiamo detto nei precedenti articoli su questi ETF, era prevedibile che l’interesse sarebbe stato minimo. Dopo tutto, l’Australia non ha più di una volta e mezza la popolazione dei Paesi Bassi.

Questo è anche il motivo per cui il prezzo non ha reagito bene dopo questa “grande” notizia. Il prezzo del bitcoin è sceso del 12% in questo giorno, portando il bitcoin a un minimo di 2022. A un certo punto, il prezzo era addirittura sceso a 25.400 dollari (circa 24.200 euro), ma poi è riuscito a riprendersi. La candela del 12 maggio si è infine chiusa a -0,36%.

Era meglio non rimandare?

Il lancio di questi ETF avrebbe dovuto avvenire mezzo mese prima, ma è stato rimandato. Il lancio originale dei tre ETF sulle criptovalute era previsto per martedì 26 aprile, ma – come molti ETF statunitensi – è stato rinviato prima. Il motivo principale è stato quello dei “controlli standard”.

È altamente improbabile, ma non certo, che il lancio degli ETF abbia causato il declino del bitcoin. L’Australia non è così grande, ma resta il fatto che il minimo del 2022 si è verificato in concomitanza con il lancio di questi ETF.

Author

  • Steven Gray is a journalist with a heart for crypto. He filters the wide range of news and ensures that it reaches the public in a comprehensible way. He often does this with the support of technical analysis.

error: Alert: Content is protected !!