Hashrate di Bitcoin diminuito del 35%

Il tasso di hash di Bitcoin ha riscontrato un enorme calo praticamente del 35% in un solo giorno. Il tasso di hash è sceso dai 108 exahash al secondo (EH/s) di ieri agli attuali 69 EH/s, vedendo forse il calo più netto nell’organizzazione. Questo potrebbe essere un risultato delle circostanze in corso con gli escavatori in Cina. I numeri misurano ulteriormente un calo dei problemi di mining di circa il 23,7% tra una settimana.

Hashrate di Bitcoin è crollato

Il Bitcoin hash rate, la misura del lavoro che ottiene l’organizzazione Bitcoin, ha registrato un forte calo di recente. In un giorno, il tasso di hash è sceso da 108 EH/s a 69EH/s, un decadimento praticamente del 35%. I record di hash rate intraday non devono essere generalmente affidabili e il calo del 35% potrebbe essere una cifra inferiore tra un paio di giorni.

Hashrate di Bitcoin ridotto del 35%

È uno dei cali di hash rate più eccezionali che la rete di bitcoin abbia riscontrato negli ultimi due anni , e sta influenzando l’attività dei tempi di affermazione dello scambio di Bitcoin. La rete BTC ha appena creato 77 quadrati ieri, secondo le informazioni raccolte da Trustnodes. La rete bitcoin ha una stagione di blocco caratterizzata di 10 minuti, quindi dovrebbe creare 144 quadrati ogni giorno. Ciò implica che le normali occasioni quadrate si sono estese a circa 20 minuti o più tra un tratto.

Bitcoin ha lo scopo di controllare il problema per ottenere tempi di blocco più fluidi. Questo cambiamento, che dovrebbe avvenire il 3 giugno, ridurrebbe il rischio del 23,7%, secondo le valutazioni di btc.com. Se è oltre quel percentile, sarebbe probabilmente il calo più significativo dei problemi durante l’intera esistenza della blockchain Bitcoin se le condizioni rimanessero qualcosa di simile.

Qual ​​è il motivo dietro il calo dell’hashrate?

Questo calo senza precedenti del tasso di hash Bitcoin potrebbe essere il risultato della nuova repressione che il governo cinese sta applicando alle attività di estrazione di denaro digitale. Alcune aree chiave nella divisione mineraria di bitcoin (Mongolia interna, Sichuan, Yunan e Xinjiang) hanno vietato l’estrazione mineraria e per questo motivo si sono chiusi i focus significativi. Sebbene sia normale che la maggior parte degli scavatori si sposti in ambiti diversi, la partenza sarà moderata e atroce.

Indipendentemente dal fatto che nazioni come El Salvador e aree urbane come Miami offrano forze motivanti per gli scavatori dalla Cina, spostare una miniera di bitcoin non è una commissione semplice. Dovrebbero essere inviati molti ASICS, gli impianti elettrici dovrebbero essere adeguati e controllati e dovrebbero essere ottenute le indennità. Questo è il motivo per cui alcuni accettano che la circostanza attuale andrà avanti per un bel po’ finché gli scavatori non si muoveranno. Sebbene la maggior parte degli esperti abbia accettato una parte più significativa del tasso di hash in Cina, non c’erano misurazioni affidabili sul problema. In ogni caso, questi numeri attuali offrono un’immagine ragionevole della mappa mineraria mondiale prima del boicottaggio minerario in Cina.

[yasr_overall_rating size="small"]
error: Alert: Content is protected !!