Il Bitcoin potrebbe valere 250.000 dollari, ma ci vorrà del tempo

Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2022

Jan Van Eck, CEO del fondo di investimento VanEck, ritiene che il valore di un bitcoin potrebbe raggiungere i 250.000 dollari (236.360 euro). Tuttavia, è cauto perché potrebbero volerci decenni prima che la sua previsione venga raggiunta.

Prezzo e tempo

Nel corso di un’intervista con la piattaforma online Barron’s, il bitcoin è stato menzionato. L’autore ha fatto la sua audace previsione, ma ha trovato difficile dire quando sarà raggiunta. Molti, tra cui l’autore di questo articolo, ritengono che una previsione debba avere due proprietà: un prezzo e un’indicazione temporale. Mantenendo un prezzo di decenni, Van Eck rende molto difficile prenderlo in parola.

Tuttavia, non è l’unico ad essere incredibilmente ottimista sul prezzo del bitcoin a lungo termine, anche durante questo mercato orso. Ad aprile, un collega di Van Eck ha affermato che il bitcoin potrebbe valere addirittura 4,8 milioni di dollari se diventasse la valuta di riserva del mondo.

Il bitcoin sta maturando

Jan Van Eck è noto per essere un sostenitore del bitcoin e sostiene che il valore del BTC ha il potenziale per crescere ulteriormente perché è un asset in via di maturazione. Ciò significa che si può tranquillamente detenere il bitcoin per molto tempo perché il vero valore si vedrà solo tra molto tempo.

Durante questo lungo periodo, Van Eck vede che l’accettazione aumenterà sempre di più grazie all’interesse degli investitori istituzionali, dei governi e delle banche centrali. Uno degli aspetti a cui fa riferimento è che sempre più paesi seguiranno l’esempio di El Salvador e della Repubblica Centrafricana. Dopotutto, hanno ribattezzato il bitcoin moneta legale.

Oro e bitcoin

Van Eck ha anche analizzato il rapporto tra oro e bitcoin. Secondo l’autore, negli ultimi due anni il prezzo dell’oro non ha registrato alcun movimento significativo verso l’alto e questo perché parte della domanda di oro è stata assorbita dal bitcoin.

Ciononostante, non vuole svalutare l’oro, ritenendo che “l’oro farà meglio quando tutti saranno preoccupati per una recessione globale e si chiederanno quando la Fed taglierà i tassi di interesse”. Fino ad allora, l’oro dovrà affrontare dei venti contrari”.

Impegnati nel gioco

Van Eck ha anche dato un consiglio agli investitori: dovrebbero allocare un massimo del 3% del loro portafoglio al bitcoin. Per inciso, non ascolta il suo stesso consiglio: ha molto più bitcoin del 3% e questo perché è convinto che il bitcoin possa salire a grandi livelli. Inoltre, dal 2019 possiede anche ether, perché sostiene che sia saggio avere un portafoglio diversificato.

Etf sul bitcoin probabilmente non quest’anno

All’inizio di luglio, la SEC deciderà in merito a due richieste di Etf di bitcoin fisici. Van Eck, che non è nuovo a queste richieste, è pessimista sul breve termine.

“La SEC non approverà un ETF sul bitcoin fino a quando non otterrà la giurisdizione sulle borse delle criptovalute sottostanti, cosa che deve avvenire per via legislativa. E in un anno di elezioni, la legislazione è improbabile. Mi fa piacere che ci siano conversazioni bipartisan su come dovrebbe essere la legislazione”.
VanEck è stata una delle prime a presentare alla SEC una domanda per un ETF sul bitcoin basato sul mercato a pronti. Tuttavia, la SEC ha ritardato e respinto tutte le richieste dell’asset manager. Un piccolo successo è che la SEC ha approvato un ETF sul bitcoin basato sui futures nell’ottobre 2021.

Author

error: Alert: Content is protected !!