Il mercato del Bitcoin si prepara per mercoledì 6 luglio

Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2022

Le prossime due settimane saranno entusiasmanti per il mercato dei Bitcoin. Molti investitori hanno cerchiato il 1 e il 6 luglio in rosso (o in verde) sui loro calendari. In questi due giorni la SEC, l’autorità di vigilanza finanziaria statunitense, deciderà se gli ETF basati sul Bitcoin potranno essere immessi sul mercato.

In questo articolo analizziamo la domanda di Grayscale, il cui termine per l’approvazione o il rifiuto da parte della SEC scade il 6 luglio. Se verrà approvata, Grayscale convertirà il proprio GBTC in un ETF di Bitcoin a pronti. L’azienda si aspetta un buon risultato in quanto sta già ricevendo l’aiuto delle società di Wall Street Jane Street e Virtu per convertire legalmente il proprio fondo in un ETF. Tuttavia, Grayscale afferma di prepararsi a “tutti gli scenari possibili”.

Conversione del fondo Bitcoin Grayscale

Attualmente, Grayscale offre diversi fondi per diverse criptovalute. Il più importante è il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) e, per grazia della SEC, sta per essere convertito in un ETF. Si tratta di un fatto eccezionale, dato che la maggior parte delle richieste di ETF su Bitcoin presentate alla SEC non hanno ancora un prodotto analogo pronto.

Grayscale ha già dimostrato la sua capacità di gestire un popolare prodotto in Bitcoin per gli investitori istituzionali, quindi si spera di avere un vantaggio. L’atteggiamento del CEO Michael Sonnenshein non è in discussione. Egli afferma che l’azienda è “inequivocabilmente impegnata” nella conversione.

Di grande importanza per il prezzo del Bitcoin

La Securities and Exchange Commission ha più volte rimandato la decisione sulla conversione di GBTC. La posta in gioco è quindi alta, perché se approvata, questo diventerà il primo ETF di Bitcoin a pronti disponibile negli Stati Uniti. Ciò significa che per ogni azione di questo ETF Grayscale dovrà acquistare Bitcoin reali sul mercato normale.

Gli Stati Uniti sono il più grande mercato finanziario del mondo e questo potrebbe avere un grande impatto sul prezzo del bitcoin. Questo perché rende più facile per gli investitori istituzionali investire in Bitcoin senza dover gestire la cryptovaluta per i propri clienti.

Questo ETF è diverso dagli altri

In passato la SEC ha respinto proposte simili da parte di altre istituzioni finanziarie, soprattutto a causa di preoccupazioni sulla manipolazione del mercato e sulla mancanza di accordi per condividere la supervisione del mercato sottostante. Quelli che sono stati approvati sono drasticamente diversi dalla proposta di Grayscale. Questi ETF già approvati si basano su contratti futuri sul Bitcoin e non sul mercato a pronti sottostante.

Grayscale ha sostenuto la sua richiesta sostenendo in una lettera alla SEC che la differenza di trattamento tra prodotti a pronti e futures potrebbe costituire una violazione dell’Administrative Procedures Act.

Tutti gli scenari possibili

Ieri, l’amministratore delegato Sonnenshein ha inviato una lettera agli investitori in cui afferma che, sebbene la società sia incoraggiata dalle azioni intraprese dalla SEC negli ultimi otto mesi, si sta preparando a “tutti i possibili scenari dopo la sentenza”.

“La cosa più importante è che GBTC è operativamente pronta a convertirsi in un ETF nel momento in cui otterremo le opportune approvazioni normative”, si legge nella lettera.

Grayscale ha annunciato un accordo con le società di Wall Street Jane Street e Virtu Financial per aiutare a convertire GBTC in un ETF; l’accordo non entrerà in vigore finché il prodotto non sarà approvato.

Se l’approvazione dovesse fallire, Grayscale sta valutando alcune opzioni, come ad esempio fare causa alla SEC.

“Abbiamo creato il team legale più forte possibile per aiutarci a tradurre in parole l’importanza di questo problema”, afferma Grayscale.

Author

error: Alert: Content is protected !!