Il piano di recupero per Celsius (CEL) è pronto e le vittime “organizzano” lo short-squeeze

Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2022

BnkToTheFuture, insieme al co-fondatore Simon Dixon, ha elaborato un piano per salvare Celsius. Si tratta di un piano simile a quello utilizzato nel 2016 per sostenere l’allora vacillante Bitfinex.

Stessa soluzione di Bitfinex

“Credo che le opzioni tradizionali non offrano una soluzione tempestiva per Celsius. I problemi relativi a Mt. Gox non sono ancora stati risolti dopo 10 anni. Credo che possano essere risolti solo con una soluzione come quella che abbiamo avuto per Bitfinex. Lì i problemi sono stati risolti in 9 mesi con un buon risultato per gli utenti”, ha dichiarato Simon Dixon a proposito del piano di salvataggio.

“Abbiamo l’esperienza, le licenze e la tecnologia per aiutare”

In qualità di azionista e fornitore di capitale di Celsius e in considerazione dell’impatto sistemico a breve termine su coloro che possiedono bitcoin, Dixon afferma di essere “felice” di aiutare. “Siamo nella posizione ideale per fornire soluzioni, poiché abbiamo l’esperienza, le licenze e la tecnologia per farlo”, ha dichiarato Dixon.

BnkToTheFuture di Dixon è una piattaforma di investimento online su cui gli investitori possono investire in aziende fintech. Al momento in cui scriviamo, la piattaforma conta 85.000 investitori qualificati. Nel giugno 2020, Celsius ha organizzato un altro round di investimento tramite la piattaforma con cui ha raccolto 20,46 milioni di dollari (19,42 milioni di euro) da 1039 investitori.

La soluzione Bitfinex

Dixon ha quindi tratto ispirazione per il suo piano di salvataggio di Celsius dalla soluzione che ha avuto per Bitfinex nell’agosto 2016, che all’epoca perse 120.000 bitcoin in un hack. All’epoca, quei bitcoin avevano un valore di circa 72 milioni di dollari. Invece di avviare la normale procedura di liquidazione, Bitfinex decise di proporre un piano di recupero innovativo.

Tra le altre cose, ha offerto ai suoi utenti un BFX token con cui compensare le perdite. Questi token sono diventati negoziabili sul mercato aperto o possono essere conservati per un valore di scambio futuro di $1 per token. Questo ha permesso agli utenti di speculare sulla ripresa di Bitfinex.

In seguito, BnkToTheFuture ha proposto anche l’opzione di scambiare il token con azioni della società. Poco più di sette mesi dopo, entrambe le parti hanno potuto dichiarare che il piano era riuscito e che le vittime avrebbero potuto recuperare dal 75 al 100% dei loro fondi.

Corteggiamento simile a quello di Gamestop in corso

La comunità di Celsius non è soddisfatta nemmeno di questo e ha iniziato a organizzare un’asta a breve termine simile a quella di Gamestop. L’obiettivo è quello di acquistare il maggior numero possibile di token Celsius e sottrarli agli scambi. In questo modo, vogliono far salire il prezzo e spingere i venditori allo scoperto a uscire dalla loro posizione. Se ci riusciranno, è possibile che il prezzo esploda.

La stessa strategia è stata utilizzata dai membri del subreddit r/wallstreetbets nel gennaio 2021. All’epoca, le azioni del rivenditore di videogiochi statunitense Gamestop erano salite fino a un massimo di circa 500 dollari. Un prezzo che era circa 25 volte superiore alla valutazione all’inizio di quel mese.

Il fatto che la comunità stia prendendo queste misure non è una sorpresa. Molti utenti hanno attualmente tutti o gran parte dei loro risparmi vincolati alla piattaforma Celsius. L’unico modo per salvarli è mantenere in vita la piattaforma. Organizzare” uno short-squeeze sembra essere un modo per farlo.

Author

error: Alert: Content is protected !!