Il tasso d’interesse negativo è il motivo per cui manca l’euro stablecoin? Tutto su EUROC di Circle

Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2022

Ci sono molte stablecoin che promettono di essere un equivalente digitale del dollaro USA, ma ci sono poche stablecoin che imitano l’euro. Secondo Jonas Gross di Etonec, ciò è dovuto al fatto che i tassi di interesse sono negativi quasi ovunque in Europa. Tuttavia, la società di stablecoin Circle osa lanciare una euro-stablecoin, ma per ora sarà disponibile solo negli Stati Uniti.

USDC contro euro

Forse il nome Circle non ti dice nulla, ma probabilmente ti sei imbattuto nella sua stablecoin USDC. Esiste da anni ed è la stablecoin più popolare sul mercato delle criptovalute dopo USDT di Tether. L’euro è attualmente al punto più basso degli ultimi 20 anni rispetto al dollaro. Ciò significa che, da una prospettiva europea, è conveniente scambiare euro con USDC.

Di seguito è riportato il tasso di USDC espresso in euro. Dall’inizio del 2021, il valore è aumentato così tanto che sembra questione di tempo prima che un dollaro-stablecoin arrivi a valere un euro.

Per il momento, solo negli Stati Uniti

Il 30 giugno Circle ha lanciato la sua moneta in euro EUROC. La banca americana Silvergate gestisce i fondi denominati in euro necessari per garantire che la stablecoin abbia sempre lo stesso valore. Dopo tutto, gli utenti devono essere in grado di scambiare i loro EUROC con euro reali in qualsiasi momento.

Per il momento, EUROC sembra essere disponibile solo per un pubblico di nicchia, poiché Circle non offre ancora la moneta al di fuori degli Stati Uniti. Per questo è necessario ottenere prima tutte le licenze necessarie.

Questo è il modo in cui Circle si distingue da Tether e da Terra, ad esempio: si presentano come “i bravi della classe” e non faranno nulla se non avranno l’approvazione legale.

“Circle non si rivolgerà direttamente ai clienti al di fuori degli Stati Uniti finché non avrà ottenuto le relative licenze in quelle giurisdizioni”.

Il sito web di Circle afferma che gli standard della nuova stablecoin saranno conformi agli standard normativi statunitensi applicabili alle principali società di fintech e di pagamento come PayPal, Stripe, Square e Vemo.

Il tasso di interesse negativo è il motivo della mancata comparsa della criptovaluta in euro

Se scorri Coinmarketcap, troverai diverse stablecoin nella prima pagina, ma sono tutte basate sul dollaro. È probabile che i tassi di interesse negativi in Europa siano il motivo principale per cui così poche stablecoin sono legate all’euro, ha dichiarato Jonas Gross, responsabile degli asset digitali e delle valute di Etonec.

“Le stablecoin in euro con supporto Fiat utilizzano il denaro raccolto dagli utenti per investire in titoli di stato o per depositare il denaro su un conto bancario”, ha affermato Gross.

“Per entrambe le varianti, il tasso di interesse è stato negativo per molto tempo. Quindi non era redditizio emettere una moneta in euro stabile e garantita da fiat. Con l’aumento dei tassi di interesse, il modello di business delle monete stabili diventa più promettente”.

Regolamentazione europea

Inoltre, anche il Parlamento europeo non è dei più chiari. Non ha ancora preso una posizione ufficiale sulle stablecoin e non ha emanato linee guida per gli Stati membri al riguardo. Secondo Maximilian Forster di CashOnLedger, questa incertezza è responsabile della mancanza di una stablecoin in euro:

“A causa dell’incertezza normativa e della pubblicazione di MiCA nell’UE, diverse aziende e startup in Europa esitano a creare una stablecoin o, in particolare, una stablecoin euro-pegged”.
Le autorità di regolamentazione dell’UE hanno recentemente raggiunto un accordo sulla MiCA (a partire dal 2024), in cui si sottolinea che le stablecoin di grandi dimensioni saranno soggette a un limite rigoroso di 200 milioni di euro di transazioni al giorno.

L’eurodeputato Ernest Urtasun ha sottolineato su Twitter che le riserve di stablecoin devono essere “legalmente e operativamente separate e isolate” e “pienamente protette in caso di insolvenza”.

Torniamo all’USDC e al mercato delle stablecoin. Con la caduta di Terra e i problemi di Celsius, 3AC e BlockFi, ci si è chiesti se le riserve in dollari di Circle fossero sufficienti.

Circle ha abbastanza riserve?

Jeremy Allaire, CEO di Circle, ha fornito chiarimenti su Twitter. Ha affermato che è “comprensibile che alcuni utenti siano paranoici”, sottolineando che Circle è ben equipaggiato per superare l’attuale tempesta e resistere ai tentativi di destabilizzazione dell’USDC.

“Circle è nella sua posizione più solida di sempre dal punto di vista finanziario e continueremo ad aumentare la nostra trasparenza”, ha scritto Allaire.

Author

  • Steven Gray is a journalist with a heart for crypto. He filters the wide range of news and ensures that it reaches the public in a comprehensible way. He often does this with the support of technical analysis.

error: Alert: Content is protected !!