Kanye West avvistato con un berretto in bitcoin

Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2022

Kanye West sta (diventando) un bitcoiner? Domenica scorsa, il rapper è apparso a Beverly Hills per un weekend di vacanza.

Ye

Nel farlo, “Ye” ha fatto capire in modo consapevole di essere un fan del bitcoin. O almeno, questa è l’ipotesi che si sta facendo nelle comunità. Perché ha indossato un cappellino con il nome di Satoshi Nakamoto, il creatore del bitcoin.

A seguito di una filippica antisemita, il rapper 45enne è sotto tiro da diversi giorni. West ha suscitato polemiche la scorsa settimana quando ha twittato quanto segue:

“Sono ancora un po’ assonnato stanotte, ma quando sarò sveglio farò un’azione di morte contro il popolo ebraico”.

Si riferiva allo stato di preparazione delle forze armate statunitensi. Invece di fare marcia indietro, ha continuato in un’intervista su Drink Champs. I dettagli della soap opera non appartengono necessariamente a un sito di bitcoin. Ciò che invece appartiene al sito è il seguito.

Senza banca

Infatti, alla società americana chiamata Yeezy è stato negato l’accesso al suo conto bancario presso JP Morgan Chase.

Il 12 ottobre, l’autrice Candace Owens ha pubblicato una lettera inviata da JPMorgan a Yeezy.

“All’inizio della giornata ho saputo che Kanye West è stato ufficialmente rimosso dal banco di JP Morgan Chase. Mi hanno detto che non è stata data alcuna motivazione ufficiale, ma hanno anche inviato questa lettera che conferma che ha tempo fino alla fine di novembre per trovare un altro posto in cui l’impero Yeezy possa fare banca”.

La notizia è stata presto smentita, ma l’ambiguità è rimasta. Il fatto che indossasse il cappello di Nakamoto ha riacceso la discussione.

Il Bitcoin è neutrale e non è un’arma per le autorità centrali. In tutto il mondo, il bitcoin è quindi popolare. A volte viene chiamato “denaro dei nemici”, il che è evidente ancora una volta nei temi controversi.

Nel frattempo, la star dell’hip-hop ha acquistato anche Parler. Si tratta della versione “libera” di Twitter, che si schiera decisamente a favore di qualsiasi forma di espressione.

error: Alert: Content is protected !!