Questo non è il primo grande calo del Bitcoin, il possibile fondo è a $10.350

Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2022

Se l’andamento del Bitcoin diventa difficile da prevedere, è consigliabile fare un passo indietro.  Come si fa a mantenere la prospettiva quando il prezzo continua a scendere? Ingrandendo il grafico, puoi vedere che i grandi ribassi sono abbastanza normali per il Bitcoin.

Precedenti cali

Se il Bitcoin dovesse seguire lo schema dei precedenti grandi ribassi, allora ci sarà da soffrire. Oppure un’opportunità di acquisto: secondo i modelli, infatti, il Bitcoin potrebbe scendere fino a 10.350 dollari.

Fonte: Arcane Research

Nel grafico qui sopra, la linea rossa rappresenta l’attuale ribasso. Il punto di partenza è il precedente massimo storico del novembre 2021. La linea rossa si estende fino al 21 giugno ed è lunga 222 giorni.

Le altre linee colorate che attraversano il grafico rappresentano i cicli precedenti di aprile 2013, novembre 2013, dicembre 2017 e aprile 2021.

Il 2013 e il 2017 sono stati gli anni peggiori

Durante l’attuale calo di 222 giorni, il prezzo del Bitcoin è sceso del 73% e questo è un vero disastro per molti. Ma gli OG del Bitcoin sono stati messi alla prova molto più duramente nel 2013 e nel 2017.

Dopo il picco del prezzo del Bitcoin nel novembre 2013, ci sono voluti 407 giorni e un calo dell’85% prima di toccare il fondo. Questo è simile a ciò che è successo dopo il dicembre 2017, quando il Bitcoin ha raggiunto il suo massimo storico di 20 mila dollari. Ci sono voluti 364 giorni e un calo dell’84% prima che si toccasse il fondo e il Bitcoin potesse risalire.

Il bottom si trova a 10.350 dollari?

In via puramente ipotetica, ma supponendo che il Bitcoin abbia seguito lo schema di tutti questi cicli, il fondo dovrebbe essere raggiunto verso la fine del 2022. E se il declino è così grave come nel 2013 e nel 2017, il fondo potrebbe essere a 10.350 dollari.

In pratica, la situazione attuale sembra diversa dai cicli precedenti. L’intera economia sembra andare verso una recessione e il Bitcoin è ora molto più legato all’andamento generale dei mercati finanziari. Di conseguenza, la forza del dollaro (leggi: decisioni della banca centrale statunitense), la regolamentazione globale e i mercati azionari influenzano la performance del Bitcoin.

I veri OG conoscono i trucchi del mestiere e sanno che l’attrito fa scintille. Non tutti gli stomaci sono abbastanza forti da trarre profitto da un investimento con un potenziale asimmetrico.

Author

  • Steven Gray is a journalist with a heart for crypto. He filters the wide range of news and ensures that it reaches the public in a comprehensible way. He often does this with the support of technical analysis.

error: Alert: Content is protected !!