Scende la correlazione del bitcoin con le azioni e le obbligazioni

Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2022

La correlazione del bitcoin con l’indice delle obbligazioni e anche con l’indice Nasdaq 100 continua a scendere. Secondo i dati della società di ricerca Kaiko, la correlazione del bitcoin con l’indice obbligazionario e anche con l’indice Nasdaq 100 continua a scendere, raggiungendo il minimo di tre mesi.

Correlazione dei prezzi

Per molto tempo la correlazione tra il bitcoin e molte altre classi di attività è stata molto alta: Le azioni cadevano? Allora anche il bitcoin scendeva. Il disaccoppiamento del prezzo del bitcoin da quello del “grande mondo tecnologico” sembra aver ripreso forma.

Sia i rendimenti azionari che quelli obbligazionari sono scesi significativamente dall’inizio del 2022. Il Bitcoin, tuttavia, è sceso ancora di più. Ora sembra emergere una divergenza.

Lo vede anche Clara Medailie, ricercatrice di Kaiko:

“Nel corso dell’ultimo anno, i mercati delle criptovalute e delle azioni hanno scambiato strettamente insieme, con correlazioni record a maggio. Negli ultimi mesi, tuttavia, questa correlazione si è leggermente indebolita dopo che il mercato delle criptovalute ha subito un sell-off superiore a quello degli indici azionari S&P 500 o Nasdaq“.

Quindi non è necessariamente positivo: man mano che il bitcoin si è comportato peggio delle azioni, la correlazione è diminuita. Può anche esserci una correlazione negativa, in cui il bitcoin sale mentre le azioni continuano a scendere, ad esempio.

Inquietudine del mercato

A livello macroeconomico, i tempi sono incerti: c’è un’inflazione elevata, la politica monetaria sta cambiando con una politica fiat più rigida e allo stesso tempo ci sono disordini geopolitici intorno all’Ucraina e a Taiwan. Tutto ciò si ripercuote su azioni, obbligazioni e anche sul bitcoin.

Se a questo si aggiunge il malessere di Luna, Celsius, 3AC e le conseguenze sul mercato delle criptovalute, si può tranquillamente affermare che questi sono stati mesi turbolenti.

Nel corso della giornata di oggi (mercoledì, ndr), il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti annuncerà nuovamente il nuovo indice dei prezzi al consumo per il mese di luglio. Questo potrebbe causare una nuova tendenza in tutti i mercati.

error: Alert: Content is protected !!