Una società di criptovalute di nuovo nei guai

Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2022

Il prezzo del bitcoin sta scendendo verso la soglia dei 20.000 dollari questo mercoledì mattina. Si tratta di una nuova agitazione dovuta a un possibile fallimento di Three Arrows Capital (3AC), un importante prestatore e fondo di criptovalute sul mercato.

3AC si trova in gravi difficoltà finanziarie a causa del calo dei prezzi sul mercato delle criptovalute. La società con sede a Singapore è azionista, tra gli altri, della borsa delle opzioni olandese Deribit.

Una dichiarazione molto criptica

Il co-fondatore Su Zhu, noto commentatore di mercato, ha rilasciato una dichiarazione molto criptica su Twitter martedì sera.

In seguito a questo tweet, si è diffusa la voce che 3AC sia in grave difficoltà. Si tratta di un prestatore nel mondo della finanza decentralizzata. Fornisce capitale a soggetti come Celsius che cercano di ottenere un maggiore rendimento sul mercato. Ma ora anche 3AC, in quanto prestatore, è nei guai perché non può far fronte ai suoi obblighi.

Perché anche loro hanno centinaia di milioni di dollari di bitcoin, ether e altre criptovalute bloccati in contratti. Con il calo dei prezzi, questi contratti rischiano di essere liquidati. La ricerca di maggiori rendimenti è un gioco molto rischioso che va bene finché i prezzi salgono. Ma non appena i prezzi scendono in questo contesto macro feroce, sorge un problema dopo l’altro.

E anche se il fallimento del sistema non ha nulla a che fare con il protocollo di bitcoin, che è “solido come una roccia”, questa valanga potrebbe portare a un ulteriore calo dei prezzi dei bitcoin.

La società potrebbe aver cercato di limitare i danni facendo trading su Bitfinex a maggio e giugno. Tuttavia, il reporter Wu Blockchain riferisce che anche su questa borsa si è perso molto denaro. La perdita è stata di decine di milioni di dollari.

Ma perché questo è un problema più grande di Celsius? 3AC è un prestatore di molti operatori (di medie dimensioni) sul mercato, come Celsius, ma anche BlockFi, Nexo e Genesis. Una banca ancora più grande di Celsius.

Le voci sono iniziate dopo che Zhu ha rimosso tutte le menzioni di investimenti in ether e altri progetti minori. Ha lasciato solo bitcoin (BTC) nella sua biografia. Anche il suo compagno Kyle Davies è rimasto inattivo su Twitter per almeno tre giorni.

Tempo pesante

Al momento il mercato delle criptovalute è in fibrillazione. La situazione è iniziata con l’evaporazione di diversi miliardi di dollari nell’ecosistema Terra alla fine di maggio. A ciò ha fatto seguito la criptobanca Celsius, che ha dovuto interrompere tutte le transazioni sulla sua piattaforma a causa di problemi finanziari. Aziende come Coinbase, Gemini e Crypto.com sono state costrette a tagliare i fondi e hanno annunciato licenziamenti.

Era stato Barry Silbert a mettere in guardia sulle falle del cripto-ecosistema già l’anno scorso. Anche gli sviluppi macroeconomici stanno giocando brutti scherzi al mercato. Semplicemente c’è meno denaro sul mercato e gli investitori stanno eliminando gli asset rischiosi dai loro portafogli.

Author

  • Ivan came across the topic of cryptocurrencies in early 2016 and, as an author and enthusiast, has been intensively involved with the topics of cryptocurrencies, blockchain and STOs ever since.

error: Alert: Content is protected !!